Scheda film

The Solitary Life of Cranes

Sinossi

In parte sinfonia della città, in parte poesia visuale The Solitary Life of Cranes esplora la vita invisibile di una città, i suoi modelli e i suoi segreti nascosti, visti attraverso gli occhi di conducenti di gru al lavoro in alto sopra le sue strade. Entro la vaga struttura di un giorno, cominciando con i conducenti che si arrampicano all’alba e finendo con loro che scendono dopo il turno di notte, il film osserva la città mentre si sveglia con un trambusto di attività, attraverso la pausa del mezzogiorno e la frenetica corsa nella sera, fino al suo placarsi ancora nel profondo della notte. Per tutto il film, i conducenti condividono i loro pensieri e riflessioni su Londra e sulla vita in generale. Ciò che emerge è una meditazione lirica su come la nostra esistenza venga determinata attraverso l’ambiente che abitiamo, sia per i conducenti alti nel cielo che per le persone a terra che stanno a guardare.

Dal nostro archivio

Berlin Babylon

di
Germania, 2001 (88 min)

Il film/saggio di Hubertus Siegert racconta la città-cantiere Berlino dal punto di vista degli...

The sound of the waves / Nami no oto

di e
Giappone, 2011 (142 min)

Quando il terremoto dell’11 marzo 2011, il più forte della storia giapponese, colpì la costa...

America

di
Italia, 2013 (13 min)

Una vita immaginata a far correre i nani, fatta di castelli in aria e amorevoli gesti terreni,...

Nomos

di
Italia, 2012 (29 min)

Con il termine metropoli indichiamo qualcosa di sostanzialmente eterogeneo rispetto al concetto di...

© Università degli Studi di Milano 2013