Scheda film

La fabbrica è piena. Tragicomedìa in otto atti

Sinossi

- Andiamocene!
- Non si può!
- Perché?
- Perché aspettiamo!
- Già è vero!
[Aspettando Godot, Samuel Beckett]

Ottobre 2010. La Fiat Grandi Motori, stabilimento storico torinese, sta per essere demolito per lasciare spazio ad un centro commerciale. Al suo interno una coppia di senza tetto rumeni – moderni eroi beckettiani – ed un silenzioso veterano della fabbrica abbandonata, soprannominato “l'amministratore delegato”, vivono in un limbo tra disperazione e isterica euforia, tra addii, partenze e subitanei ritorni, violenza repressa e profonda umanità.
La fabbrica in disfacimento diviene palcoscenico della loro personale ed archetipica “tragicomedìa”, il cui ultimo atto si protrarrà fino alla fase finale della demolizione.

Dal nostro archivio

New York Framed

di
USA, 1986 (78 min)

Con un gioco di parole che a prima vista potrebbe sembrare banale, si può dire che l’immagine...

Città slow: Castelnuovo nè Monti

di
Italia, 2012 (17 min)

La nostra è un’epoca in cui con molta semplicità è possibile scaricare da internet saperi,...

Inside Beijing

di e
Italia, 2012 (50 min)

“Inside Beijing” è un documentario che fa parte di un progetto più ampio, crossmediale, che...

Paradiso

di
Irlanda, 2009 (60 min)

La società odierna è piena di ghetti, ognuno dei quali è piegato sulle ginocchia della propria...

© Università degli Studi di Milano 2013