Scheda film

Décryptage banlieue

Sinossi

Sette anni dopo le sommosse del 2005, il crogiuolo etnico, sociale e culturale delle banlieues parigine continua a ribollire, tra le promesse mancate, il rischio di nuove violenze e il desiderio di fuga. Bobigny, Villiers-Le-Bel, Saint Denis, Nanterre e La Courneuve furono teatro di scontri violenti con la polizia. Oggi finiscono sui media nazionali solo se scoppia una nuova rivolta. Attraverso il racconto dei residenti delle periferie popolari emergono le aspirazioni, la frustrazione, la rassegnazione, ma anche la fierezza e l'orgoglio di essere nati e cresciuti in luoghi che temprano il carattere.
“Chi se la cava qui se la cava ovunque”, raccontano i giovani della banlieue. Eppure, come spiega il maggiore sociologo francese, Robert Castel, chi proviene dalle banlieue ha cinque volte meno probabilità di trovare lavoro e la discriminazione, anche poliziesca, è sempre dietro l'angolo. “Sono ragazzi che possono diventare da un momento all'altro bombe viventi”, dice Mabrouck Rachedi, algerino, nato in banlieue e diventato scrittore di denuncia. La denuncia di uno Stato che non c'è: l'ambizioso progetto di Sarkozy, un miliardo di euro per migliorare le condizioni di vita delle periferie, è fallito. Tuttavia, squarciato il pregiudizio che la vuole violenta, disadattata o criminale, emerge una realtà come le altre. Dee-jay, rapper, impiegati, imprenditori, consiglieri comunali, pugili, scrittori, studenti formano una comunità-mosaico che ha un rammarico: non potersi raccontare “decriptata” dalla lente della normalità. Anche per questo abbiamo cercato di dar loro voce. Una voce per una volta non coperta dal frastuono delle sirene.

Dal nostro archivio

Villagers Documentary Films

di
Cina, 2005 (99 min)

Collage di storie dalle campagne cinesi. Il regista, dopo un breve corso, ha lasciato che fossero i...

Work In Progress for a Universal Landscape

di
Italia, 2009 (3 min)

L'animazione "Work in progress for a universal landscape" nasce da una riflessione su una società...

Caracas: The Informal City

di
Venezuela, 2007 (49 min)

Caracas: the informal city è un documentario in due parti: la prima esplora l'evoluzione dei nuovi...

My private zoo

di e
Italia, 2012 (63 min)

Anele è un artista disoccupato, dall'indole schiva e solitaria che vive a Langa, la più antica...

© Università degli Studi di Milano 2013