Festival 2011

Giuria e premi

Durante la cerimonia di premiazione, svoltasi la sera di venerdì 13 maggio 2011 presso lo Spazio M.I.L. di Sesto San Giovanni, la Giuria Ufficiale della II edizione del Concorso Docucity, presieduta da Maurizio Nichetti e composta da Marie-Pierre Duhamel, Ivelise Perniola, Luca Sanfilippo, Agostino Zappia, ha assegnato il Primo Premio di €1000, offerto dall’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano a:

  • Valentina Pedicini per il film My Marlboro City (2010, 50’), con la seguente motivazione:

“Il film, ambientato a Brindisi, elabora una testimonianza autobiografica intrisa di una nostalgia profonda, che tuttavia si combina con la consapevolezza dell’impossibilità del ritorno. Il quadro di una città del Sud, con tutte le sue contraddizioni ambientali, sociali e culturali, è restituito con freschezza e immediatezza, e articolato con comprensione, affetto e dolore, lontani da ogni compiacimento. Nella definizione di un tessuto d’affetti deliberatamente dichiarato, il film risulta nel suo complesso molto riuscito senza essere troppo costruito e rivela una autenticità narrativa che la giuria ritiene di premiare.”


Inoltre, la Giuria Ufficiale ha riconosciuto una Menzione Speciale a:

Il Premio del Pubblico, assegnato da una Giuria di Studenti dell’Università Statale di Milano, e offerto da Nanook Media, è stato invece assegnato a:

  • Alessandro Negrini per il film Paradiso (2009, 60’) con la seguente motivazione:

Il film ha il pregio di attirare l’attenzione su una questione molto di rado trattata nel contesto della cultura italiana, ovvero la questione nord-irlandese, che viene trattata con delicatezza e, al tempo stesso, passione. Scegliendo un punto di vista originale – quello delle due anziane protagoniste – Negrini riesce comunque a interpretare il pensiero e le sensazioni di un’intera comunità, raccontandola anche attraverso la musica di una band che se ne fa portavoce.

© Università degli Studi di Milano 2013